Guida semiseria per imbucarsi alle sfilate

Da piccole passavate ore ed ore a ritagliare le foto delle modelle dalle riviste patinate? Eravate riuscite a finire tutti i gessetti del vostro “gira la moda” a forza di usarlo per giorni e giorni? Durante la fashion week l’account instagram va in tilt per le migliaia di stories? Assistere ad una sfilata è stato da sempre il vostro sogno?

Allora questo post fa per voi. Ecco alcuni tips and tricks per riuscire ad accedere per alcune ore al magico mondo della moda.

Inutile girarci attorno: per poter vedere una sfilata è necessario un invito. Ma se non siete VIPS, clienti incalliti, giornalisti o buyer, procurarselo diventa veramente difficile.

#1

Il primo suggerimento è fare una ricerca accurata su internet alcuni mesi prima. Spesso si trovano concorsi ed iniziative che forniscono dei pass per l’accesso. Per la sfilata dei 90 anni di LuisaViaRoma di piazzale Michelangelo ad esempio, era stato aperto un contest sul sito per vincere alcuni inviti.

Sul sito https://www.charitystars.com/category/sfilate invece, è possibile aggiudicarsi all’asta l’ingresso alle sfilate di alcuni marchi.

#2

Se questa prima ricerca non andasse a buon fine, si possono quindi passare al setaccio tutte le proprie amicizie, conoscenze, amici di amici, cugini di quarto grado che si vedono solo alle feste di Natale, che, per lavoro, gestiscono negozi, collaborano con riviste, operano nel settore, e dopo averli contattati estorcere con nonchalance informazioni circa la possibilità di avere un accredito grazie a loro. Potreste avere sorprese inaspettate da persone insospettabili. (“Il titolare del catering della sfilata di Armani è un tuo cliente? Ma dai..”)

#3

A proposito di accrediti: non dimentichiamo che se operate nel settore comunicazione c’è comunque la possibilità di richiedere un accredito direttamente tramite la Camera Nazionale della Moda https://www.cameramoda.it/it/area-stampa/stampa-accrediti/ Tale richiesta di accredito non costituisce un invito sicuro, ma la Camera della Moda effettuerà una selezione delle richieste e creerà un elenco che fornirà agli uffici stampa delle varie case di moda che decideranno a chi inviare l’invito. Leggete però bene il regolamento per capire se avete tutti i requisiti.

#4

Espletati tutti i tentativi sopra menzionati, non resta che presentarsi direttamente all’ingresso il giorno della sfilata, ed adottare il metodo ben poco ortodosso dell’imbucamento alle feste, ossia approfittare del momento di distrazione delle bodyguard, mescolarsi al gruppo che sta entrando, e riuscire così ad intrufolarsi. Ndr. questo punto richiede anche una buona dose di faccia tosta.

#5

Siamo arrivati al #5 e ultimo punto. Quello che vi propongo è un metodo un pò più impegnativo ma testato personalmente anni fa, quando ero studentessa, e quindi garantisco sui risultati. Ossia.. se non puoi assistere ad una sfilata.. vacci a lavorare! Esistono diverse agenzie che selezionano vestiariste, ossia ragazzi/e che aiutino i modelli a cambiarsi velocemente d’abito durante i pochi secondi che si hanno a disposizione nel corso della sfilata. Non servono particolari requisiti culturali, io avevo inviato il cv ad alcune di esse e mi avevano chiamato abbastanza presto per il colloquio. Questo metodo è vero che non permette di assistere alla sfilata vera e propria (perchè ovviamente in quei minuti stai lavorando), ma permette secondo me, di poter partecipare ad un momento ancora più magico, ossia il dietro le quinte. Sarai coinvolto dalla frenesia dei preparativi pre sfilata, vedrai truccatori e parrucchieri all’opera, le prove delle modelle, lo stilista e gli assistenti che fanno gli ultimi ritocchi, proverai quel misto di nervosismo ed eccitazione durante i pochi minuti in cui dura lo show e verrai sopraffatto dall’euforia e dal calo di tensione dell’applauso finale, nel momento in cui rientrano le modelle.

Se nessuno di questi metodi funziona, non vi resta che sedervi sul divano, patatine alla mano, seguire una delle tante dirette streaming che ormai quasi tutte le case di moda propongono, e continuare, sospirando, a sognare…